Ultimi giorni in patria: molto caldo e poca fantasia.

Forse sono i 36°C costanti di questi ultimi giorni che mi hanno mandato in pappa il cervello, o forse sono le molte (ma mai abbastanza!) feste triestine: fatto sta che non so proprio cosa raccontare. Anzi, il cosa lo saprei pure, è il come che mi sfugge.

Insomma, la pigrizia regna sovrana, siamo alle battute finali della mia meravigliosa (?) tesi di master (argomento: il Premio Sergio Amidei, e come potevamo esimerci?), e tra pochi giorni ritorno nella capitale.

E, fortunatamente, non sotto i ponti come temevo: udite udite, ho una dimora! Per un mese soltanto, ma ce l’ho (e no, non è né la casa A né la B). E dopo questo mese, vi chiederete voi? Ci sarebbe quest’idea di cercare casa assieme ad una cara compagna di corso, anche lei come me stagista in quel di Roma Nord.

Quindi, fedeli lettori (ma ci siete ancora?), stay tuned. Perché tra poco inizieranno le storie divertenti, se mai avrò tempo di scriverle: le mie disavventure nel delirio dell’ufficio stampa del Festival Internazionale del Film di Roma (ah perché, non ve l’avevo ancora detto?).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: